martedì 22 settembre 2015

Piove piove, Trenord non si muove

“I treni per Milano Cadorna potrebbero subire ritardi fino a venti minuti a causa delle difficili condizioni meteo” 

Trenord, chiariamo due concetti: uno grammaticale e uno metereologico.

1) Se al momento dell'annuncio il treno ha già venti minuti di ritardo, l'uso del condizionale è improprio. Per il futuro, consiglio vivamente il passato prossimo.

2) La definizione corrente di ciò che stai definendo "difficili condizioni meteo" è "debole pioggia": un fenomeno atmosferico estremamente frequente al Nord, soprattutto nei periodi autunnali e primaverili. Non è un uragano. Se i tuoi treni rallentano a causa di questo, forse dovresti smetterla di selezionare il personale fra i beduini del deserto.

Un'ultima cosa... Inizialmente hai annunciato possibili ritardi di dieci minuti, poi di quindici e, cinque minuti dopo, di venti. Quando sceglierai un lavoro per cui sei maggiormente portata, scarta la chiaroveggenza ed eviterai un altro buco nell'acqua... Che per inciso è sempre quella cosa che sta spruzzando il cielo e che, nella peggiore delle ipotesi, potrà lavare l'esterno dei vagoni, ma solo se durasse almeno altri dieci minuti e tu ti decidessi a uscire dalla stazione.

Dai che non fa male!